E’ ufficiale Soros investe in criptovalute!

George Soros è uno dei 30 uomini più ricchi al mondo, considerato tra gli investitori di maggior successo sul pianeta con un patrimonio netto di 25,2 miliardi di dollari si prepara a investire in criptovalute.

La sua fama da speculatore lo ha reso molto visibile passando alla storia per essere stato l’uomo che ha sbancato la Banca d’Inghilterra con una speculazione fatta nel così detto mercoledì nero (16 settembre del 1992).
In quella occasione, vendette sterline a pronti contro termine (PTC) per 10 miliardi di dollari, costringendo così la Bank of England a svalutare la sterlina e guadagnare così in un colpo solo 1,1 miliardi di dollari.”

Dopo aver snobbato le criptovalute considerandole una bolla pronta ad esplodere, il grande speculatore si è rimangiato l’affermazione dicendo che in Bitcoin e nelle criptovalute vede del valore importante e che ora è pronto ad entrare nel mercato delle crypto con i suoi fondi.

Dal Sole 24 Ore: “In realtà Soros aveva già investito in maniera indiretta sul criptomondo quando il suo fondo è entrato a fine 2017 come terzo maggior azionista in Overstock.com, società di ecommerce discount che dallo scorso agosto è diventato il primo tra i grandi retailer ad accettare i pagamenti in bitcoin. Non solo: ha anche avviato un progetto per un exchange per criptovalute, il cui lancio tramite Ico è stato bloccato dalla Sec. La notizia ha provocato la caduta del 40% del titolo Overstock.”

Cosa ci dobbiamo aspettare da questo nuovo scenario? Personalmente penso che in questo momento il mercato delle criptovalute sia mosso sopratutto dall’analisi tecnica, quindi dai trader che muovono il mercato per speculare e guadagnare.

Di certo l’ingresso di un personaggio come Soros non è rassicurante per chi il Trading non lo mastica, indubbiamente ci troviamo d’avanti ad uno scenario ben diverso rispetto al 2017, per questo motivo bisogna acquisire nuove abilità per gestire il rischio provocato dai grandi speculatori.

Attenzione: L’ingresso di Soros non farà crollare il mercato, tutt’altro, potrebbe decollare a prezzi mai visti fin’ora attraendo le masse per poi spolpare i mal capitati che sono entrati a prezzi assurdi per via dell’entusiasmo. Questo scenario non è nuovo, l’abbiamo vissuto nel Dicembre dell’anno 2017 ed è molto probabile che si possa verificare anche quest’anno 2018.

La realtà è questa, nessuno di noi può sapere ciò che realmente avverrà, ed è per questo motivo che bisogna rimanere aggiornati, formarsi e osservare il mercato e le notizie legate ad esso.

Lascia un Commento